25 agosto 2012

Una passeggiata tra gli ulivi

Tra le tante cose piacevoli della Puglia, in special modo della campagna pugliese, vi sono le innumerevoli stradine che dai paesi si diramano per raggiungere le numerose contrade della campagna. La Puglia, infatti, è incredibilmente ricca di queste strade, segnate ai lati dai muretti a secco e dai fichi d'india, o ancora dalle più splendide piante dei capperi, che a dispetto della siccità, nascono e crescono prolifiche tra i sassi dei muretti. Queste stradine, partendo dalle vie principali si perdono nella campagna, tra i campi di ulivi secolari, fino a raggiungere qualche masseria diroccata o trasformata in agriturismo, oppure fino a perdersi nel nulla di qualche campo aperto.
Passeggiare senza una meta seguendo un percorso dettato soltanto dalla voglia della  scoperta è un vero piacere, é come partecipare ad una caccia al tesoro, immaginando che dopo la curva o dietro il maestoso ulivo che si staglia davanti a noi, si nasconda chissà quale meraviglia..... una masseria o un trullo. Poi si può anche lasciare la stradina per camminare in mezzo agli ulivi ed ammirarne le forme contorte dei tronchi, plasmati dal vento, come fossero strane figure di qualche racconto o favola, di cui avere un doveroso rispetto.
Nei tanti anni vissuti in Puglia ho riscoperto il piacere delle passeggiate nelle campagne, a piedi o in bicicletta, assaporando la tranquillità offerta dal sonnolento ritmo della vita nelle contrade. Per me ci sono due modi per godersi queste passeggiate: il primo é scegliere un percorso e poi divertirsi a seguirlo. Il secondo, invece, è proprio quello di lasciarsi andare e perdersi letteralmente, seguendo soltanto la voglia di scoprire nuovi scorci o nuovi luoghi misteriosi (avendo poi un GPS per tornare a casa, a meno che non conosciate comunque la zona...). In entrambi i casi il relax o il divertimento sono assicurati. 
Buona passeggiata 
e
Buon divertimento !


foto e testi di Danluc