6 febbraio 2013

Carnevale | LIBRO TOUR APULIA

In occasione del terzo appuntamento con il Convegno di Studi Internazionale sul Carnevale, organizzato a Putignano (Ba) dal 7 al 9 Febbraio, riproponiamo le pubblicazioni Progedit degli atti delle due precedenti edizioni del 2009 e del 2011, a cura di Pietro Sisto e Piero Totaro: "Il Carnevale e il Mediterraneo" e "La maschera e il corpo".


Antropologi, studiosi della tradizione letteraria e popolare, demologi delle maggiori Università italiane ed europee analizzano il fenomeno carnevalesco alla luce delle più recenti tendenze della ricerca e si occupano dei Carnevali più importanti e significativi del Mezzogiorno d'Italia. Attenzione particolare viene dedicata a tradizioni e riti ancora vivi in città e paesi della Sardegna, del Molise, della Lucania, della Puglia, della Calabria e della Sicilia.
Come recita Luigi Maria Lombardi Satriani: "Oggi sembra esservi sempre meno bisogno di Carnevale. Al suo posto assistiamo, invece, con segno radicalmente invertito, a sempre più intensi processi di carnevalizzazione della vita che marcano nettamente la nostra temperie culturale e politica. [...] Una carnevalizzazione siffatta si svolge non nel segno di una trasgressione reale, ma in quello della banalizzazione conformistica, per cui appare fittiziamente esaltato un Carnevale sostanzialmente tradito nelle sue istanze più profonde. Quanto più clownesca la sfera pubblica, tanto più carnevalizzata la vita sociale. Tant'è. Così appare il mondo che ci è dato vivere"
Il volume edito da Progedit, con illustrazioni a colori e in bianco e nero, 336 pagine a cura di Pietro Sisto e Piero Totaro raccoglie gli Atti del Convegno internazionale di studio "Il Carnevale e il Mediterraneo. Tradizioni, riti e maschere del Mezzogiorno d'Italia" (Putignano, 19-21 febbraio 2009), si inserisce nel progetto di ricerca "Comicamente" che l'assessorato alla Cultura di Putignano, nella persona di Giuseppe Genco, sta conducendo e sostenendo in sintonia e con il concorso della Regione Puglia, dell'Università di Bari e della Fondazione Carnevale di Putignano.

Saggi di: Mario Atzori (Università di Sassari), Martine Boiteux (École des Hautes Études en Sciences Sociales, Paris), Ignazio E. Buttitta (Università di Palermo), Ottavio Cavalcanti (Università della Calabria), Claudio Corvino (Università La Sapienza, Roma), Vera Di Natale (Università di Bari), Grazia Distaso (Università di Bari), Theodore Grammatas (Università di Atene), Eugenio Imbriani (Università del Salento), Luigi Lombardi Satriani (Università La Sapienza, Roma), Francesco Marano (Università della Basilicata), Marxiano Melotti (Università di Milano Bicocca), Ferdinando Mirizzi (Università della Basilicata), Maria Margherita Satta (Università di Sassari), Domenico Scafoglio (Università di Salerno), Pietro Sisto (Università di Bari), Vincenzo M. Spera (Università del Molise), Piero Totaro (Università di Bari), Anna Maria Tripputi (Università di Bari), Bernhard Zimmermann (Università di Freiburg i. B.).



Antropologi, demologi e studiosi della tradizione letteraria esaminano, alla luce delle più recenti metodologie della ricerca, il tema della “maschera e il corpo” non solo attraverso le espressioni più consuete e tradizionali, ma anche quelle più moderne e recenti. Edito da Progedit, a cura di Pietro Sisto e Piero Totaro, 316 pagine, all'interno de La maschera e il corpo viene così proposto un interessante viaggio tra memoria e realtà, tra passato e presente alla scoperta di vecchie e nuove rappresentazioni del carnevalesco e del carnevale ovvero di una dimensione umana e culturale che conserva un grande fascino anche nell’era della globalizzazione.
"Ancora una volta - annota l'antropologo Luigi Maria Lombardi Satriani - si tratta di conquistare il plurale, capire perciò che non c’è 'il Carnevale', ma 'i Carnevali', come d’altronde è indispensabile fare per tanti termini fondamentali: 'uomo' che, declinandosi come 'uomini', diventa oggetto delle scienze umane; 'cultura' che, definendosi come 'culture', mostra la varietà irrinunciabile delle diverse conformazioni culturali, meritevoli tutte di paritetico rispetto; 'identità' che, attraverso la conquista 'delle identità', ci ammonisce anche come l’indispensabile senso di appartenenza non possa mai essere usato come clava per scagliarsi, in nome di una propria improbabile superiorità, contro le identità altrui." 


Saggi di Mario Atzori (Università di Sassari), Ignazio E. Buttitta (Università di Palermo), Vito Carrassi (Università di Bari), Ottavio Cavalcanti (Università della Calabria), Francesco Faeta (Università di Messina), Eugenio Imbriani (Università del Salento), Luigi Lombardi Satriani (Università La Sapienza, Roma), Giuseppe Mastromarco (Università di Bari), Marxiano Melotti (Università di Milano Bicocca), Ferdinando Mirizzi (Università della Basilicata), Moni Ovadia, Patrizia Resta (Università di Foggia), Carmela Roscino (Università di Bari), Maria Margherita Satta (Università di Sassari), Domenico Scafoglio (Università di Salerno), Pietro Sisto (Università di Bari), Vincenzo M. Spera (Università del Molise), Francesco Tateo (Università di Bari), Piero Totaro (Università di Bari), Bernhard Zimmermann (Università di Freiburg i. B.).