10 aprile 2013

Smart Cities


Articolo sponsorizzato

Post sponsorizzato da Ponrec

In questo primo post di una nuova settimana voglio parlarvi di un progetto che interessa la Puglia, oltre che altre regioni del sud Italia come la Calabria, Campania e Sicilia. Felice di prendere parte alla sua diffusione perchè ha a cuore regioni in cui spesso e volentieri i numeri di occupazione o ancor peggio disoccupazione rappresentano, purtroppo, i fanali di coda nelle classifiche. Quindi ben vengano Progetti come questo che vi sto per raccontare, il quale è coordinato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), affiancato dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Il PON R&C rappresenta il Programma Operativo Nazionale "Ricerca e Competitività" che dal 2007 al 2013 è presente come strumento attraverso cui il nostro Paese fornisce un contributo alla Politica di Coesione della comunità europea.
Proprio in questo ambito buona parte dei Fondi strutturali europei, grazie all'accordo tra Italia e Unione Europea, sono stati stanziati a quattro regioni italiane, definite Regioni dell'Obiettivo (Puglia, Calabria, Campania e Sicilia) con l'intento di produrre uno sviluppo sociale ed economico. Si è evidenziato che queste aree del Mezzogiorno prese in esame, sono caratterizzate da un forte contrasto tra l'alto grado di alfabetizzazione universitaria e la scarsità di sbocchi professionali disponibili in cui incanalare il patrimonio di conoscenze acquisite. Inoltre, i 6 miliardi di euro, stanziati per l'attuazione e lo sviluppo del programma, hanno come obiettivo una serie di interventi sul territorio volti al miglioramento della qualità della vita della collettività e della competitività delle imprese.

Proprio in questa concezione il progetto ha scelto di presentarsi graficamente come un albero, che vedete qui sotto illustrato, il quale se giustamente e prontamente innaffiato produrrà i suoi pregevoli frutti.

Otto i progetti pilota grazie ai quali, in questi cinque anni del Progetto PON R&C, è stato possibile supportare consorzi e gruppi di ricerca, molto spesso in ambito universitario. Gli ambiti sono quelli evidenziati in rosso, proprio a rappresentarne i frutti, e sono la salute, l'ambientela culturai social innovationl'energiale smart citiesl'alimentazione e i trasporti.

Molti sono i progetti all'interno di questi ambiti svolti in Puglia o in compartecipazione con le altre Regioni dell'Obiettivo. Tra i progetti dedicati alle social innovation ed interamente coordinati e svolti in Puglia vi è:
PoP_HuB la prima comunità che si prefigge di dar vita agli edifici abbandonati. L’idea del progetto é quella di creare una rete di persone e di spazi, a partire dagli edifici dismessi di una determinata cittá, con il duplice obiettivo, di denuncia di una situazione immobiliare di abbandono e al contempo di rivalutazione degli edifici segnalati attraverso eventi spot, che accendono i riflettori su quello spazio proprio come fossero i pop up di una finestra virtuale. Il progetto si basa sulla creazione di un network internazionale che associ spazi e persone come potenziali utilizzatori, mettendo in relazione contenuto e contenitore. Dal virtuale al reale, questo sarà il procedimento adottato; da una piattaforma (mappa interattiva) associata ad un’applicazione on line in cui é possibile inserire localizzazione e foto di un edificio, a un festival, un evento legato all’architettura, al design e all’arte che risponda in maniera semplice e low cost alla ricerca di spazi dove realizzare delle attività. 
Mentre all'interno dell'ambito smart cities in collaborazione con la ragione Campania, la Puglia partecipa a Education EDOC@WORK 3.0:
Il progetto si propone di offrire una soluzione strutturata e scientificamente solida a tutta la filiera dell'Education, dalla scuola primaria sino alla formazione professionale operando grazie e modelli didattici e organizzativi, contenuti digitali multimediali e interattivi, infrastruttura tecnologica abilitante per l'erogazione di servizi didattici in cloud a docenti, studenti, famiglie, scuola e università, formazione professionale. I cantieri sperimentali previsti corrisponderanno a contesti di utilizzo tipici come scuole, università, province e comuni, verranno coinvolti nella sperimentazione fino a 100 tra classi scolastiche, insegnamenti universitari e corsi di formazione professionale e sino a 2000 soggetti tra studenti di ogni ordine e grado, lavoratori, docenti e professori, insegnanti e dirigenti scolastici. Il piano di formazione prevede la formazione di 30 operatori (15 esperti nelle tecnologie abilitanti di smart education, 15 esperti di modelli, contenuti e formati pedagogico-didattici-formativi).
Sul sito Ponrec.it puoi leggere tutti gli altri progetti divisi secondo i vari ambiti di competenza e in base alle regioni in cui sono svolti. In questi giorni è stato lanciato anche il video promozionale del Progetto PON R&C, realizzato dall'agenzia di comunicazione Pomilio Blumm, il quale sintetizza i valori del Programma Operativo Nazionale: l'innovazione applicata ai vari progetti espressa come forza primaria del progetto, la stretta connessione tra i progetti ed il territorio stesso in cui si inseriscono, miglioramento qualitativo della vita dei cittadini, i progetti si svolgono in un arco di tempo e hanno bisogno di radicarsi per svilupparsi e diventare applicabili nella quotidianità. 

                
L'obiettivo della campagna di comunicazione si prefigge di rendere visibili iniziative come questa che spesso, nonostante alle spalle abbiano un'ottima impostazione e preparazione, restano invisibili ai più e ricorda

l'innovazione muove il futuro !

Il testimone ora lo passo a voi lettori del mio blog, in modo che attraverso i vari social possiate diffondere questo progetto condividendo testi, immagini e video. Quanta più gente  sentirà parlare del Programma Operativo Nazionale "Ricerca e Competitività" buona parte del lavoro di conoscenza sarà attuato.
Prima di salutarvi mi piacerebbe sapere le vostre impressioni riguardo al PON R&C, ad esempio se ne avevate sentito parlare, se avete amici che stanno partecipando in qualche ambito, se vi sarebbe piaciuto prendere parte ad uno di questi Progetti e a quale. 
Potete lasciare un commento qui sul blog ma anche sul canale Youtube dedicato all'iniziativa.

-Bab