24 dicembre 2013

Le creazioni di Pitian a Bari: due gioielli per due eventi

Fino al 26 Gennaio 2014 sarà possibile ammirare presso il Museo Nicolaiano di Bari il gioiello- scultura (nella foto in alto) creato dalla designer Pitian, la prof.ssa Tiziana Anna Piscitelli, realizzato per la collettiva di pittura Mostra di Arte Sacra "Il Senso della Vita" a cura della pittrice Rosa Catello. Intende richiamare le croci disegnate sui paramenti della statua di San Nicola situata all'interno della Basilica di Bari spiega Pitian portata in processione durante i festeggiamenti della città. Realizzata secondo l'antica tecnica dello "spolvero", la croce in terracotta nei suoi otto centimetri di lunghezza e larghezza è impreziosita con cristalli bicono Swarovski "Jet" e una perla bianca al suo centro. Assieme alla polvere di vetro dorata, per riprodurre le linee centrali della croce, conferiscono punti di luce che si fondono con i già brillanti metalli utilizzati: oro, argento, rame e oro anticato.

Domenica 15 Dicembre è stato assegnato dall'Ordine dei Medici di Bari il Premio per la Buona Medicina 2013, conferito alla memoria della dott.ssa Paola Labriola, la psichiatra assassinata lo scorso Settembre da un suo paziente.  Il premio è stato consegnato dal Presidente dott. Filippo Anelli, a nome dell’intero Consiglio Direttivo dell’Ordine, alla famiglia in occasione della Festa della Medicina e della Cerimonia delle Medaglie, presso l’Auditorium “SPAZIO 7” della Fiera del Levante in Bari.
All'artista Pitian è stata affidata la realizzazione artistica del Premio che ha ideato appositamente una scultura-gioiello in terracotta ricoperta d’oro, pietre dure e perle, applicata su sostegno in cristallo.
La creazione, unica ed irripetibile come la persona a cui è dedicata ci spiega l'artista intende rivisitare il simbolo della medicina, ovvero la verga di Esculapio: il lungo bastone intorno al quale si attorciglia un serpente che rappresenta il ringiovanimento, poichè ogni anno cambia la vecchia pelle è quindi adatto a indicare il miglioramento ottenuto grazie alle cure mediche. La verga invece, è lo strumento che simboleggia l’azione dell’uomo nel somministrare le cure agli uomini. In questa scultura-gioiello però, al posto del bastone che, sebbene rappresenti uno strumento forte, ma anche sterile in quanto tagliato via dalla matrice-radice, è proposto un albero da cui viene ricavato il bastone, per evidenziarne la potenza vivificante dell’azione della buona medicina, i cui frutti sono costituiti da meccanismi di orologi, per sottolineare che i prodotti della buona medicina restano e resistono nel tempo. Il serpente, rivisitato in chiave moderna, è composto da una successione di granato tagliato a parallelepipedo, il cui colore rosso indica il sacrificio ma anche richiama il colore della melagranata da cui trae il nome la pietra stessa, spesso utilizzata come simbolo e augurio di prosperità.  

Lo stesso augurio lo rivolgiamo all'artista Pitian e a tutti i lettori de i BlocNotes (lifestyle Ostuni, vintage e viaggi) per un sereno Natale ed un 2014 prospero e felice.


___ foto Pitian
          testo B.Bovio