27 novembre 2014

Corrado Giaquinto | A R T E


Molfetta, 8 Febbraio 1703.
In una Puglia dei primi anni del Settecento nasce Corrado Giaquinto, figlio della barese Angela e di Francesco, un sarto di origine napoletana da cui apprenderà la creatività e la voglia di scoprire nuovi orizzonti. Il quinto di una famiglia numerosa. 
Battezzato tre giorni dopo la sua nascita nella Cattedrale di Molfetta, il suo destino è presto ad un bivio: intraprendere la carriera ecclesiastica o seguire la vena artistica. Spronato a seguire la seconda strada, viaggerà grazie ai lavori che man mano gli verranno commissionati. Da Napoli, dove si trasferisce in giovane età per perfezionarsi, si sposterà a Roma, a Torino e fino in Spagna per poi fare ritorno in Italia.
Tantissime le opere realizzate per volere dei monarca spagnoli, tanto da ricevere nei ultimi anni un vitalizio per il servizio prestato, impreziosendo palazzi e chiese dei luoghi toccati dai suoi lunghi soggiorni. 

L'appuntamento è per il prossimo sabato 29 Novembre alle ore 18,00 presso la Sala Maestra di Palazzo Chigi ad Ariccia (Roma). Stupenda location nel cuore dei Castelli Romani, unico esempio di dimora barocca rimasta inalterata nei secoli, dove verrà presentato, a cura di Francesco Petrucci, il dipinto San Filippo Neri del pittore Corrado Giaquinto, che seppe nel suo percorso artistico accostare ai caratteri pittorici barocchi, tipici del suo tempo, l'adesione a caratteri più strettamente classicistici.


____ Text: B.Bovio