20 dicembre 2017

I benefici della Vitamina E

La vitamina E rappresenta un vero e proprio toccasana per il nostro aspetto, in quanto aiuta ad avere i capelli e la pelle più luminosi, regola lo zucchero presente nel sangue ed è un valido alleato nella prevenzione di molte malattie, tra cui ad esempio i tumori. Sapevate ad esempio che la carenza di questa vitamina comporta problemi di digestione e che non deve mai essere usata su ferite? Vediamo più nel dettaglio le sue caratteristiche.

Vitamina E, a cosa serve
La scoperta di questa vitamina, indispensabile per una buona salute, è relativamente recente occorre infatti arrivare al 1968. La proprietà più nota della vitamina E è quella di rendere migliore la pelle donandole un aspetto decisamente più sano, utile per prevenire le rughe ma anche in caso di acne ed eczema. Si è rilevata, inoltre, un valido aiuto nella guarigione delle cicatrici. Non solo, recenti studi hanno, infatti, dimostrato la sua utilità nella prevenzione del deterioramento dei neuroni, causa di un deficit cognitivo (demenza senile e Alzheimer per intenderci) e anche per quanto riguarda la protezione del sistema vascolare. Più in generale, la vitamina E, ha ottime funzioni antiossidanti con proprietà antinfiammatorie, proteggendo il sistema immunitario.


Vitamina E, benefici sulla pelle
L'azione della vitamina E è utile contro i radicali liberi, in casi di eritemi e di scottature, dovute ad un'eccessiva esposizione solare, aiuta, inoltre, la pelle a rimanere elastica ed idratata. Un ottimo alleato antirughe, quindi, grazie all'elevata capacità nell'aumentare il micro circolo cutaneo, di cui proprio il 20% è rappresentato dal nutrimento della pelle. Il nostro corpo non è in grado di produrre la vitamina E, quindi sta a noi farne scorta attraverso gli alimenti.

Vitamina E, dove si trova
Particolarmente ricchi in vitamina E sono la frutta secca tra cui le nocciole, arachidi, noci e mandorle e molti oli vegetali come l'olio di oliva ma soprattutto l'olio di germe di grano e l'olio di girasole. Questi ultimi, in particolare, se massaggiati rendono la pelle più giovane ed elastica. Ceci, uova, asparagi, avocado, pomodori, spinaci e broccoli sono, inoltre, una buona fonte del tecoferolo, uno dei principali composti chiamati appunto vitamina E. Attenzione, però, ai differenti tipi di cottura ed anche di congelamento: la vitamina E, infatti, riduce il proprio apporto vitaminico inseguito a cotture in forno e a fritture.